Passaparola: il canale di Marco Travaglio


Chi guarda dall’esterno alla situazione italiana allibisce ogni volta per la mancanza di un seppur minimo accenno di opposizione politica, sociale, giornalistica nei confronti del più opulento imprenditore italiano, che per una specie di contraddizione in termini è anche il capo del governo della nazione che già controlla tramite televisioni, case editrici, discografiche e altre realtà imprenditoriali varie. Quel poco di opposizione esistente viene infatti ghettizzata da Berlusconi tramite i suoi mille portavoce di destra, di sinistra, di centro e apolitici; la magistratura è stata grazie alle affermazioni di tutti gli amici di Berlusconi denigrata al punto da aver perso agli occhi dell’opinione pubblica ogni credibilità; lo stesso vale per i pochi politici che ogni tanto tirano fuori qualche parola grossa come Di Pietro e per i pochissimi giornalisti come Santoro o Travaglio che, incuranti dello stesso pericolo che corrono facendo ciò che fanno, continuano a fare il loro lavoro indipendentemente dal volere del vertice del governo.

Senza andare oltre nel triste discorso do il mio piccolo contributo passando parola: all’interno del canale di Youtube di Beppe Grillo Marco Travaglio presenta ogni lunedì alle 14.00 un monologo di carattere giornalistico, per prendersi quello spazio che nessuno in Italia a livello “ufficiale” vuole accordargli. La playlist che contiene tutti gli interventi si trova all’indirizzo http://www.youtube.com/user/StaffGrillo#grid/user/B8A63E5F0786A732. Secondo me questa è un’ottima realizzazione del significato dello slogan di Youtube: broadcast yourself. Del suo videoblog esiste una pagina sul blog di Beppe Grillo dove possono essere visti i filmati e letti i testi (i filmati sono comunque sottotitolati).

Trovo che, al di là del significato importante e giusto che trasmette, Marco Travaglio abbia anche un’ottima capacità di far passare il messaggio usando una forma di discorso lineare, semplice da seguire, pacato. È sempre naturale quando parla, non usa il classico linguaggio giornalistico arzigogolato e poco efficace. Trovo che sia piacevole ascoltarlo.

Questa sua iniziativa si chiama passaparola a causa del mezzo con cui deve trasmettersi. E io ora faccio il mio dovere e passo parola: fatelo anche voi.

Advertisements

2 Responses to Passaparola: il canale di Marco Travaglio

  1. Calogero Spitaleri says:

    Mi domando spesso come sia possible che un persona come Berlusconi sia agli occhi di milioni d’Italiani una specie di salvatore della patria, ma dove hanno il senso di responsabilità coloro che si bevono tutte le baggianate di questo individuo losco che usa la sua popolarità per ingannare cosi platealmente tutta l’Italia compreso quelli che credono in lui.
    È una vergogna totale, spero che questa gente si svegli prima che sia troppo tardi.

    • andyspiros says:

      Non posso che essere perfettamente d’accordo con te, e spero che il mio blog faccia passare questi messaggi, anche se è pensato per altri temi.
      Purtroppo penso che per certi versi per l’Italia sia effettivamente ormai un po’ troppo tardi. Se devo essere sincero non posso non pensare che la priorità assoluta sia divenuta quella di evitare che il suo modello venga esportato nel resto dell’Europa; perché come è successo in Italia potrebbe succedere, con più fatica, anche altrove e questa prospettiva mi fa tremare le vene e i polsi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: