Qualche esperimento tra Sabayon e Gentoo

È da un po’ che ho voglia di provare a costruire un sistema Sabayon Core – Gentoo, nel senso di partire da una Sabayon Core “pulita pulita” e trattarla come se fosse una Gentoo “già iniziata”, ossia installare Sabayon Core, aggiornare i pacchetti già installati tramite entropy e da lì in avanti usare soltanto portage per compilare tutto il resto del sistema.

Il primo esperimento in questo senso lo sto conducendo in questi giorni, molto rozzo, su una macchina virtuale (con VirtualBox). Per il momento non va male. Ho installato Sabayon Core, aggiornato il sistema con equo, poi aggiornato l’albero di portage (layman compreso) e dato un “emerge -uD world”; questo ha causato l’emersione di 101 pacchetti, l’ultimo dei quali, l’upgrade di gcc dalla versione 4.4.1 alla 4.4.2, ha restituito un errore. Suppongo si tratti di una problema temporaneo, causato dai grandi cambiamenti che gli altri 100 pacchetti hanno apportato al sistema. Appena avrò un minuto riavvierò la macchina, darò una controllatina alla configurazione e riproverò.

Spero che questi miei esperimenti possano diventare interessanti quando avrò il sistema pronto ad accogliere un’installazione di KDE. Si capirà la bontà di Sabayon, soprattutto della versione Core, come sostituzione della laboriosa installazione di Gentoo.

Sabayon 5.1 Core

Lo aspettavo da tempo. Durante l’attesa mi ero "divertito" a farmi la mia Sabayon Core, senza risultati degni di nota, prendendo una Sabayon KDE e togliendo tutto (è divertente vedere quanti pacchetti di una Sabayon KDE dipendano dalle librerie Qt!) ciò che era interfaccia grafica e desktop environment.

Ora finalmente è uscita, e appena avrò tempo la proverò, e forse ne scriverò anche alcuni risultati. Per il momento abbiamo lo scarno annuncio ufficiale e il Press Release con pochi dati tecnici.